CASTIGLIONERO LAZIO IGP BIOLOGICO – Trebotti

La bottiglia

Il vino in degustazione è il Castiglionero Lazio IGP Biologico 2013ottenuto da uve Violone, ed è prodotto dall’azienda Trebotti (VT). 

 Castiglionero TreBotti

Castiglionero TreBotti

Lazio – Castiglione in Teverina (VT)
Trebotti
Castiglionero Lazio IGP Biologico

Violone (Montepulciano d’Abruzzo) DOP BIO
Vendemmia 2013
Grado alcolico 14%
Acciaio per 24 mesi su fecce fini – 6700 bt
In bottiglia per 6 mesi

Esame Visivo

Il vino si presenta con un colore rosso rubino vivo, spesso, decisamente impenetrabile alla vista, con alcune  sfumature ancora incredibilmente violacee.

Ruotando il bicchiere, il liquido mostra sin da subito una certa inerzia e densità materica; archi molto stretti, disegnati da lente gocce, si formano sulle pareti.

È quindi un vino dall’importante tenore alcolico unito ad una decisa consistenza. 

Esame Olfattivo

Al naso non è subito immediato e intenso, ma non appena l’alcolicità si eleva, diventa più generoso facendo emergere i profumi di piccola frutta rossa e di bosco.

Leggere e delicate sono le note speziate e quelle erbacee (con accenni di finissimo tabacco).

Una sensazione quasi burrosa si avverte nel finale.

Esame Gusto-Olfattivo

All’attacco il vino ti sorprende con una morbidezza avvolgente, ma ripetendo il sorso una seconda e terza volta, emergono e si apprezzano le componenti dure in gradevole contrasto.  

Il tannino è comunque elegante, con una leggera ruvidità che si aggiunge e si fonde armoniosamente al gusto rotondo sottostante.  

Emerge anche una moderata acidità che rende il vino più schietto e stimolante.

La trama del vino è spessa, ricca e consistente, che si esprime con una struttura decisa e importante.

Il frutto è quello di succosa ciliegia che, unita a una pronunciata e piacevole sensazione tattile, nel finale diventa confettura

Considerazioni Finali

Il Costiglionero Lazio IGP Biologico 2013 dell’azienda Trebotti è un vino di grande fascino di cui si apprezzano l’eleganza e la ricchezza, la complessità gustativa e una sorprendente e rara bevibilità.

Sapiente allevamento e lavorazione delle uve con valorizzazione del vitigno.

Si abbina molto bene ai piatti di carne, soprattutto i primi, dai condimenti ricchi e abbondanti.