FARO DOP RASOCOLMO 2012 – Tenuta Rasocolmo

La bottiglia

Il vino in degustazione è il Faro DOP Rasocolmo 2012ottenuto da uve Nerello Mascalese, Nocera, Nerello Cappuccio, Nero d’Avola e Sangiovese, prodotto dall’azienda Tenuta Rasocolmo (ME). 

 Faro 2012 Rasocolmo

Faro 2012 Rasocolmo

Sicilia – Contrada Piano Torre (ME)
Tenuta Rasocolmo
Faro DOP

Sangiovese e altri 4 vitigni autoctoni
Vendemmia 2012
Grado alcolico 13,5%
Affinamento in acciaio per 18 mesi

 

Esame Visivo

Il vino si presenta con un colore rosso sangue dalla tonalità granata, carico, quasi opaco.

Appena imprimiamo al bicchiere una decisa rotazione, il vino si muove lentamente e compatto, manifestando un’importante densitàSi arresta in poco tempo e, dopo una manciata di secondi, lente gocce iniziano a percorrere le pareti formando stretti e irregolari archi, indice di importante tenore alcolico.

Esame Olfattivo

I profumi che si avverto sono ampi, abbastanza intesi, ma delicati: profumi floreali rossi, a cui presto si aggiungono quelli di piccola frutta con polpa rossa.

Si uniscono anche note leggermente speziate sentori erbacei.  

Esame Gusto-Olfattivo

Al palato si manifesta con una bella spalla acidità e un’invitante sapidità.

Il tannino è leggero, delicatamente inserito nella trama e, complice anche la struttura decisa, invoglia la masticazione trasferendo così una piacevole sensazione tattile di accennata ruvidità.

Il gusto che si apprezza è quello di un frutto abbastanza maturo, iniziando dalla fragola, per passare alla ciliegia e alla prugna.

Finale piacevole, lungo e persistente, quasi morbido, complice non solo la polpa, ma anche il buon tenore alcolico.

Considerazioni Finali

Il Faro DOP Rasocolmo 2012 dell’azienda Tenuta Rasocolmo è un vino agile al primo sorso e successivamente lo si apprezza anche per la sua struttura, per la rotondità quasi perfetta e per l’eleganza gustativa.

Esempio di rara produzione e di autentica espressione del frutto complice l’assenza del legno nell’affinamento.

L’abbinamento ideale è con piatti succulenti di carne, ma lo si può apprezzare anche con le zuppe di pesce.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*