Share This

CHARDONNAY – VITIGNO INTERNAZIONALE

DESCRIZIONE

Lo Chardonnay è uno dei vitigni internazionali più diffusi in tutto il mondo grazie alla sua capacità di adattamento.

DIFFUSIONE

Originario della Borgogna, trova la sua massima espressione nello Champagne, ma viene allevato anche in Australia, Sudamerica e Sudafrica.

Anche in Italia è molto diffuso: dal Nord (Piemonte, Lombardia, Veneto e Friuli Venezia Giulia) al Centro (Toscana, Umbria e Abruzzo) e anche al Sud (Sicilia).

PRODUZIONE

Il vitigno è sebbene sia utilizzato in purezza, il suo più importante impiego è con altri vitigni, soprattutto nella produzione degli spumanti con il metodo classico.

Si presta molto bene anche ad essere affinato in piccole botti di legno (barriques).

La vendemmia varia da zona a zona e dalla tipologia di vino che si vuole produrre: per esempio in Franciacorta è anticipata e talvolta cade perfino nella seconda decade di Agosto.

CARATTERISTICHE

Sebbene siano molte e diverse le interpretazioni dello Chardonnay, sia per territorio, sia per tipologia, è possibile individuare alcuni descrittori sensoriali che ne raggruppano le caratteristiche più comuni:

  • colore: di base predomina il giallo paglierino quasi scarico, ma lasciato invecchiare esprime anche toni più caldi e intensi
  • profumo: da giovane prevalgono i sentori agrumati, mentre invecchiando a emergere è la frutta tropicale e note speziate
  • gusto: nei vini più giovani spicca la sua nervatura acida, accompagnata da sentori minerali e sapidità dall’intensità variabile, mentre affinando in legno affiorano sensazioni burrose e vanigliate.
« Ritorna all'indice del glossario