Share This

NEBBIOLO – VITIGNO ITALIANO

DESCRIZIONE

Il Nebbiolo è un vitigno autoctono a bacca rossa del Piemonte, da cui si ottengono vini pregiati, longevi ed eleganti.

DIFFUSIONE

Il Nebbiolo è un vino molto legato al territorio e al clima, trovando così la sua massima espressione in Piemonte (in particolare nelle Langhe e nel Roero, senza dimenticare le zone di Gattinara e Ghemme, nel nord, dove prende il nome di Spanna) e in Lombardia (in Valtellina con il nome di Chiavennasca).

Una piccola, storica e produzione si ha anche in Valle d’Aosta dove il Nebbiolo è chiamato Picotendro.

PRODUZIONE

La coltivazione del Nebbiolo avviene spesso su pendii collinare ben ventilati e posti a una altezza intorno ai 400 m.  Richiedendo molto tempo per maturare, viene vendemmiato dopo la meta di ottobre e in alcuni casi anche nella prima metà di novembre.

È lasciato affinare in botti di legno (generalmente rovere di slavonia o rovere francese) anche per lungo tempo, ampliando e differenziando notevolmente il colore, i profumi e il gusto. 

CARATTERISTICHE

Individuare dei descrittori che accomunino le diverse interpretazioni dei vini ottenuti dal Nebbiolo è praticamente impossibile; una griglia minimale comunque deve tenere conto di molti fattori come per esempio dello stato evolutivo:

  • colore: dal rosso rubino trasparente fino ad un rosso mattone profondo; talvolta assume anche un colore aranciato.
  • profumo: ciliegia e frutti di bosco come il lampone a ribes e amarena; da essenze floreali di violetta a rosa; note di tabacco che si arricchiscono di tè e cioccolato; 
  • gusto: grande struttura con un tannino che da una sensazione iniziale ruvida e monoespressiva aggiunge decisi richiami di cacao, liquirizia e catrame; alcol importante ma non esasperato; l’acidità più pronunciata da giovane.
« Ritorna all'indice del glossario