SANGIOVESE PUROSANGUE – Recensione

La  XIIIª edizione del SANGIOVESE PUROSANGUE, evento organizzato da Riserva Grande in collaborazione con ENOCLUB SIENA, si è svolta a Roma nei giorni 28 e 29 Gennaio 2017 presso il Radisson Blu Hotel.

L’obiettivo dell’evento è quello di promuovere la conoscenza del Sangiovese in tutte le sue declinazioni geografiche (dalla Toscana e Romagna fino all’Umbria e al Lazio) e sfaccettature sensoriali attraverso degustazioni libere e seminari di approfondimento teorico – pratico per trasmettere la versatilità e la potenzialità di questo vitigno.

Per quanto mi riguarda ho visitato la manifestazione per la prima volta sabato 28 ed è stata un’esperienza piacevole, interessante e coinvolgente che mi ha permesso di scoprire, conoscere e apprezzare vini di livello anche molto distanti tra di loro (non solo geograficamente), non necessariamente costosi e alcuni anche biologici. 

Di seguito ti racconto la mia esperienza.

SANGIOVESE PUROSANGUE 2017: la logistica

Radisson Blu Hotel
Radisson Blu Hotel

Il Radisson Blu Hotel è contemporaneamente elegante e moderno, vicinissimo alla Stazione Termini e facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici.

Dalla hall, molto ampia, si possono ammirare anche delle testimonianze storiche che ne accrescono il suo fascino.

Sicuramente la location è di grande effetto e impatto.

SANGIOVESE PUROSANGUE 2017: l’esperienza

La degustazione dei vini si è svolta al primo piano in un sala appositamente dedicata mentre gli eventi formativi erano all’ultimo piano.

Salita la breve rampa di scale, si ha immediatamente la possibilità di tuffarsi nel Sangiovese attraverso le numerosissime bottiglie presenti nel banco collettivo presieduto da bravissimi sommelier, pronti a versarne il prezioso contenuto a chi ne fa richiesta.

L’offerta è veramente ampia e ricca non solo al banco collettivo, ma soprattutto per i produttori presenti.

Gastronomia di qualità
Gastronomia di qualità

Ottima anche la scelta di destinare uno spazio di ristoro con annessa zona riposo diviso, ma non separato, dai banchi dei produttori.

La proposta gastronomica presentata da Antichi Sapori di Bruno Vigliotti è di qualità con eccellenze tipiche dei territori del Sangiovese.

Come sono solito procedere in circostanze simili, per non far torto a nessuno, mi lascio guidare dal caso e dai sensi e inizio la degustazione girovagando per la sala.

SANGIOVESE PUROSANGUE 2017: il mio percorso

Di seguito riporto le aziende che mi hanno particolarmente colpito.

Per maggiori dettagli visita il sito web dell’azienda: http://www.caparsa.it/ 

Per maggiori dettagli visita il sito web dell’azienda: http://www.castellodicorbara.it/ 

Per maggiori dettagli visita il sito web dell’azienda: http://www.castellotricerchi.com/ 

Per maggiori dettagli visita il sito web dell’azienda: http://www.castellodivelonavini.it/ 

Per maggiori dettagli visita il sito web dell’azienda: http://www.collemattoni.it 

Per maggiori dettagli visita il sito web dell’azienda: http://www.fattoria-fibbiano.it 

Per maggiori dettagli visita il sito web dell’azienda: https://www.ruffino.com/it/our-wines/greppone-mazzi 

Per maggiori dettagli visita il sito web dell’azienda: http://www.ilmarroneto.com 

Per maggiori dettagli visita il sito web dell’azienda: http://www.ilmolinaccio.com 

Per maggiori dettagli visita il sito web dell’azienda: http://www.lasala.it 

Per maggiori dettagli visita il sito web dell’azienda:  http://www.podernuovoapalazzone.com/ 

Per maggiori dettagli visita il sito web dell’azienda: http://www.quercebettina.it/ 

Per maggiori dettagli visita il sito web dell’azienda: http://www.terremargaritelli.com 

Per maggiori dettagli visita il sito web dell’azienda: http://www.terreneremontalcino.it/

SANGIOVESE PUROSANGUE 2017: ritornando a casa

Il ritorno a casa è stato accompagnato da moltissimi sensazioni come contentezza, appagamento e piacevolezza, ma forse il termine più adatto è completezza, sia per l’esperienza sensoriale vissuta sia per il nuovo bagaglio culturale acquisito.

L’aspetto vincente di questa manifestazione è ovviamente quello di avvicinarsi al mondo del vino offrendo agli appassionati la possibilità di cogliere sia le caratteristiche del vitigno sia le particolarità che ogni produttore ha saputo dargli per realizzare i propri vini.

SANGIOVESE PUROSANGUE 2017: le conclusioni

L’evento è sicuramente da consigliare sia per la formula ideata (seminari e degustazione) sia per l’offerta enologica presentata: ampia, ricca e stimolante.

Si attende pazientemente la prossima edizione!

Anche tu sei stato al Sangiovese Purosangue 2017?

Mi farebbe piacere sapere cosa ne pensi e quale è stata le tua esperienza.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*